Jazz a Londra: il Ronnie Scott’s

Jazz a Londra vuol dire anche Ronnie Scott's, il mitico locale fondato nel 1959, il cui palco è stato calcato dai nomi più celebri del jazz, da Chet Baker a Nina Simone.

londra ronnie scottIl jazz a Londra è una musica viva e vissuta intensamente. Dalla città della Torre e del London Bridge il jazz si respira per le strade e i grandi nomi calcano i palchi di numerosi templi di questa musica così raffinata e al tempo stesso selvaggia e sensuale. Jazz a Londra significa anche Ronnie Scott’s, uno dei locali più famosi a livello mondiale dove i ritmi afroamericani, le blue note e le ardite armonie del jazz impazzano sette giorni su sette, 365 giorni all’anno.
Il locale prende il nome dal sassofonista jazz londinese Ronnie Scott (scomparso nel 1996) che, insieme ad un altro sassofonista della capitale inglese, Pete King, fondò questo club nel lontano 1959, nel mitico ed artistico quartiere di Soho. Da allora il palco di questo locale ha visto esibirsi alcuni dei maggiori artisti del jazz e del rock a livello mondiale. Alcuni nomi tra tanti? Nina Simone, Taj Mahal, Peter Green, Jeff Beck. E ancora Sonny Rollins, sassofonista storico, rappresentate di punta dell’hard bop; e Jimi Hendrix, che si esibì qui due anni prima della sua morte avvenuta prematuramente a soli 27 anni. Il Ronnie Scott’s inoltre lega la sua fama a numerosi dischi dal vivo: ben 44 registrazioni sono state effettuate dal 1963 al 2007. Tra queste ne cito due in particolare: una effettuata del leggendario trombettista bianco Chet Baker con la partecipazione eccezionale a Van Morrison ed Elvis Costello. Registrato nel 1986, il live è passato alla storia per essere uno degli album più intensi e commoventi di Baker, (sebbene ormai sul declinare della propria carriera) ed ha dato ulteriore fama a questo ritrovo della grande musica, ancora oggi luogo di eventi di altissimo livello. Un’altra registrazione che ne ha fatto un vero tempio della musica jazz è stata quella del virtuoso chitarrista Jeff Beck nel 2007, in un’esibizione esplosiva e ricca di sonorità blues.

Molti dei grandi miti del jazz sono scomparsi, la musica si è evoluta ed è per molti versi cambiata. Ma l’intensità dei suoni, l’atmosfera, sono sempre quelli. Qui si può ascoltare jazz di ogni genere, da quello classico in stile New Orleans al fusion più recente e avanguardista, che mescola le sonorità afroamericane con il suono aggressivo del rock, per spostarsi talora sul soul e sul funk oppure sulle vecchie e affascinanti sonorità del blues.

Per una cifra che si aggira intorno alle 20 sterline si può entrare a partire dalle 18 ed uscire alle 3, orario di chiusura, con la possibilità di bere ottimi american drink e cenare in attesa della musica. Le serate migliori in cui si esibiscono gruppi di un certa fama sono il martedì il venerdì e il sabato. E’ disponibile una terrazza all’aperto per i fumatori. Non è consigliabile l’accesso ai bambini. E’ naturalmente predisposto per l’accesso ai disabili con sedia a rotelle.

Le stazioni più vicine sono Tottenham Court Road, Leicester Square e Piccadilly Circus.

Il prezzo del biglietto può variare a seconda della serata. Se siete a Londra, se amate il jazz e se volete passare una serata coi fiocchi, il Ronnie Scott’s è il locale che fa per voi. Lasciatevi avvolgere dal magico mood del jazz, lasciatevi trasportare dal mistero che questa musica porta sempre con sé e che tra le mura di questo locale non delude mai. Non ci credete? Provate e ne uscirete letteralmente stregati!

Obbligatoria la prenotazione. Per acquistare i biglietti recatevi sul sito ufficiale, dove potrete informarvi sugli eventi e ottenere tutte le informazioni di cui avete bisogno: http://www.ronniescotts.co.uk/ Oppure potete telefonare direttamente allo 020 7439 0747.

Indirizzo: 47 Frith Street
London W1D 4HT
Quartiere: Soho



Puoi Lascia un commento, o trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*
Protected by WP Anti Spam
Vivere a Londra Google Plus Vivere a Londra Facebook Sottoscrivi a RSS Feed Seguici su Twitter!