Il bellissimo tempio Indù di Londra

È il suggestivo Shri Swaminarayan Mandir, un pezzo di India a Londra

tempio indu londraMulticulturalismo vero
Londra multiculturale, Londra e il multiculturalismo. Sembra un binomio talmente usato da risultare quasi abusato. Eppure a Londra il multiculturalismo è qualcosa di vero, non solo una parola di facciata. Lo si respira nell’aria, nelle facce delle persone che si incontrano, nelle cucine di tutto il mondo che, qui, trovano la location perfetta. Ma il multiculturalismo è anche e soprattutto integrazione e l’integrazione la si vede nel rispetto e nella naturalezza con cui diverse culture e religioni convivono. Sì, i luoghi di culto sono un aspetto non sempre valutato nella loro importanza e valenza. Bene, Londra è all’avanguardia anche da questo punto di vista. E lo si vede con il Shri Swaminarayan Mandir che rappresenta il più grande tempio indù di tutta Europa.

Il tempio
Questo tempio è stato costruito abbastanza recentemente, nel 1995 per l’esattezza e colpisce per la sua imponenza. Siamo nel quartiere di Neasden, un altro simbolo di quella stratificazione culturale e di genti che tanto caratterizza Londra. Città che ha ospitato e ancora ospita etnie di tutto il mondo. In questo quartiere in particolare forse non tutti sanno che si trova la comunità indiana più grande tra quelle presenti fuori dall’India. Stiamo parlando di una comunità di oltre 450mila persone, e che riunisce gruppi di molti diversi orientamenti religiosi.

Vale la pena andare a visitare questo tempio indù anche perché è gratis, ma ovviamente non è quello il motivo principale. Bisogna sapere, del resto ve lo ricorderà anche la guardia che troverete all’ingresso, che qui non è possibile portare borse di nessun tipo e che le uniche foto che vi sarà consentito di fare saranno nel giardino esterno. Un’altra particolarità di questo luogo, che dimostra come sia davvero un luogo di culto e non una meta turistica, è data dal fatto che uomini e donne, secondo l’uso hindu, si separano per lasciare le loro calzature in luoghi differenti.

La visita si fa nel più assoluto silenzio e non tanto perchè questo sia imposto ma perché ne avvertirete subito la profonda spiritualità. A colpire è anche il materiale con cui il tempio è interamente costruito: marmo proveniente anche da Carrara. Frutto di un lungo lavoro e di un lungo viaggio che lo ha visto venire lavorato in India e poi trasportato e assemblato a Londra. Non resterete indifferenti al suo bianco candido, colore scelto non a caso ma per le sue doti di esaltazione della spiritualità.

C’è una porta, sempre aperta, che da modo di vedere la gradinata imponente che porta verso quello che è l’ingresso principale di questo capolavoro e sui giardini che, non solo sono magnifici ma sono anche curatissimi e mantenuti sempre in perfette condizioni. Merita davvero una visita se siete a Londra. Non solo l’ingresso è gratuito ma non è necessario fare nessuna prenotazione.



Puoi Lascia un commento, o trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*
Protected by WP Anti Spam
Vivere a Londra Google Plus Vivere a Londra Facebook Sottoscrivi a RSS Feed Seguici su Twitter!