Gran Bretagna: disoccupazione al minimo

Gran Bretagna: disoccupazione al minimo. E Londra si attesta sempre più come la meta preferita dagli italiani

Stato di ottima salute

bartenderÈ uno stato di ottima salute quello di cui sembra godere il mercato del lavoro inglese e di Londra. I dati resi noti dall’Office for National Statistics mettono in luce come nel periodo tra dicembre 2015 e gennaio 2016 la percentuale dei disoccupati sia scesa a un ottimo 5,1%. Disoccupazione al minimo dunque in Gran Bretagna come non accadeva da oltre dieci anni.

Dati

Vediamo, nello specifico, alcuni dati che sarebbero la conferma che in Gran Bretagna la disoccupazione è al minimo. Nel periodo preso in esame (l’ultimo su cui si hanno statistiche ufficiali) parla di una riduzione di persone disoccupate pari a 28mila. Il che significa che la disoccupazione a livello nazionale è scesa sotto la quota di 1,68 milioni. Se poi si passa a considerare la situazione della sola Londra si vede come rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente vi sono 4000 disoccupati in meno. Percentuale che porta il tasso di disoccupazione della capitale di circa il 6%.

Anche il Times ha pubblicato cifre incoraggianti al riguardo. Pare infatti che nel corso del 2015 il mercato del lavoro abbia creato oltre 588mila nuovi posti. Oltre a ciò, in base a dati forniti da i vari uffici del lavoro, attualmente in tutta la Gran Bretagna ci sono oltre 750mila posizioni di lavoro aperte.

Sempre più attrattive

Questa disoccupazione al minimo da dieci anni in Gran Bretagna e a Londra rendono la capitale e il paese sempre più attrattivi per molti lavoratori stranieri. basti pensare che in Gran Bretagna hanno un lavoro oltre 2 milioni di cittadini europei. Davvero una cifra considerevole. E la cosa ancora più significativa è data dal fatto che questa cifra, in soli tre anni, è cresciuta di oltre il 40%. Fonte Britaly Post



Puoi Lascia un commento, o trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*
Protected by WP Anti Spam
Vivere a Londra Google Plus Vivere a Londra Facebook Sottoscrivi a RSS Feed Seguici su Twitter!